LogoEditoreMinisito_Rai.itLogoEditoreMinisito_RaiTv_2012


In evidenza

Il cinema e la Shoah

L’Olocausto è stato rappresentato nel cinema ricorrendo ai linguaggi e alle modalità più varie. Nonostante la difficoltà ad affrontare il tema del genocidio, “indicibile” e “non rappresentabile” nella sua follia e nel suo orrore, il cinema ha saputo comunque raccontare le drammatiche vicende della persecuzione e dello sterminio degli ebrei, lasciandone indelebile traccia nella memoria collettiva. Viene qui proposta una filmografia essenziale organizzata per temi.


La realtà del genocidio
 

  • Il diario di Anna Frank di Gorge Stevens (1959)
  • Play for time – Temporeggiare di Daniel Mann (1981)
  • Shoah – Olocausto di Claude Lanzmann (1985)
  • Oltre la vittoria di Robert M.Young (1990)
  • Max e Helen di Philip Faville (1990)
  • Marta ed io di Jiri Weiss (1990)
  • Europa, Europa di Agneszka Holland (1992)
  • Jona che visse nella balena di Roberto Faenza (1993)
  • Schindler’s list di Steven Spielberg (1993)
  • Per ignota destinazione di Piero Farina (1995)
  • La tregua di Francesco Rosi (1996)
  • Gli ultimi giorni di James Moll (1998)
  • Comedians harmonists di Joseph Vilsmaier (1999)
  • Memoria di Ruggero Gabbai (2000)
  • Il cielo cade di Andrea e Antonio Frazzi (2000)
  • Il pianista di Roman Polanski (2002)
  • Amen di Constantin Costa-GavrasAnno (2002)
  • Ogni cosa è illuminata (Everything is Illuminated) di Liev Schreiber (2005)
  • Il nastro bianco, di Michael Haneke (2009)
  • La chiave di Sara di Gilles Paquet-Brenner (2010)
  • In Darkness di Agnieszka Holland (2011)
  • Corri ragazzo corri, di Pepe Danquart (2013)
  • Una volta nella vita di Marie-Castille Mention-Schaar (2014)
  • Anita B. di Roberto Faenza (2014)


La deportazione e la realtà del lager
 

  • L’ultima tappa di Crane Wilburg (1948)
  • Notte e nebbia di Alain Resnais (1956)
  • Kapò di Gillo Pontecorvo (1959)
  • Vincitori sopra la sbarra di Frèderic Rossiff (1961)
  • Fuga da Mauthausen di Edwin Zbonek (1963)
  • Andremo in città di Nelo Risi (1966)
  • Paesaggio dopo la battaglia di Andrzej Wajda (1970)
  • Il viaggio dei dannati di Stuart Rosemberg (1977)
  • Olocausto di Marvin J. Chomsky (1978)
  • La vita è bella di Roberto Benigni (1998)
  • Train de Vie di Radu Mihaileanu (1999)
  • Jacob il bugiardo di Peter Kossowitz (1999)
  • Dottor Korczak di Andrzej Wajda (1990)
  • Il Falsario - Operazione Bernhard di Stefan Ruzowitzky (2007)
  • Il Bambino con il pigiama a righe di Mark Herman (2008)
  • Vento di primavera di Roselyne Bosch (2010)
  • Il figlio di Saul di László Nemes (2015)

 

La resistenza al nazismo
 

  • La stella di David di Konrad Wolff(1959)
  • Judith di Daniel Mann (1965)
  • Giulia di Fred Zimmermann (1977)
  • Arrivederci ragazzi di Louis Malle (1987)
  • L’amico ritrovato di Jerry Schatzberg (1989)
  • L’orologiaio di Klaus Maria Brandauer (1990)
  • Monsieur Batignole di Gérard Jugnot (2001)
  • Rosenstrasse di Margarethe von Trotta (2003)
  • La rosa bianca - Sophie Scholl di Marc Rothemund (2005)
  • Defiance (I giorni del coraggio) di Edward Zwick (2008)


La persecuzione degli ebrei e le stragi naziste in Italia
 

  • L’oro di Roma di Carlo Lizzani (1961)
  • Il giardino dei Finzi Contini di Vittorio De Sica (1970)
  • La linea del fiume di Aldo Scavarla (1976)
  • Assisi Underground di Alexander Ramati (1984)
  • Concorrenza sleale di Ettore Scola (2001)
  • Hotel Meina di Carlo Lizzani (2008)
  • L'Uomo che verrà di Giorgio Diritti (2009)

 

L’ironia contro l’orrore
 

  • Il grande dittatore di Charlie Chaplin (1940)
  • La vita è bella di Roberto Benigni (1997)
  • Train de vie di Radu Mihaileanu (1998)
  • Jakob il bugiardo di Peter Kassowitz (1999)

 

Vittime e carnefici

  • La passeggera di Andrzej Munk (1963)
  • Il portiere di notte di Liliana Cavani (1974)
  • Il maratoneta di John Schlesinger (1976)
  • Mr. Klein di Joseph Losey (1976)
  • L’ultimo metrò di Francois Truffaut (1980)
  • The Reader (A voce alta) di Stephen Daldry (2007)

 

I processi dei criminali nazisti
 

  • Il processo di Norimberga di Felix Podmaniczky (1958)
  • Vincitori e vinti di Stanley Kramer (1961)
  • Music Box di Constantin Costa-Gavras (1989)
  • Uno specialista di Eyal Sivan (1999)
  • Il Nazismo Suss l’ebreo di Veit Harlan (1940)
  • Il grande dittatore di Charlie Chaplin (1940)
  • La caduta degli dei di Visconti (1969)
  • Le tracce indelebili dell’orrore dell’Olocausto
  • I perseguitati di Edward Dmytryk (1953)
  • L’uomo del banco dei pegni di Sidney Lumet (1965)
  • Veronica Voss di Rainer Werner Fassbinder (1982)
  • Non dire falsa testimonianza di Krysztof Kieslowski (1988)
  • Ritorno a Berlino di Thomas Brasch (1988)
  • Nemici, una storia d’amore di Paul Mazursky (1989)
  • Homicide di David Mamet (1991)
  • Il labirinto del silenzio di Giulio Ricciarelli (2014)
  • The Eichmann Show di Paul Andrew Williams (2015)

Rai.it

Siti Rai online: 847